"Pensa a guidare 2011", la campagna ANIA contro l'incidentalità stradale

29/12/2011

«La diminuzione delle morti sulle strade è un risultato positivo, ma l'Italia non ha raggiunto l'obiettivo europeo del dimezzamento delle vittime entro il 2010. Serve una legge per l'omicidio stradale». Con queste parole il Presidente della Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, Sandro Salvati, ha commentato il rapporto Aci-Istat 2010 sugli incidenti stradali in Italia presentato lo scorso 9 novembre.

L'incidentalità stradale registrata dal settore assicurativo mostra che il "rischio circolazione" continua a essere preoccupante e produce costi elevatissimi per la collettività. I sinistri denunciati in un anno sono oltre 3,5 milioni. I feriti risarciti dalle assicurazioni hanno superato il milione.

Da anni le Compagnie di assicurazione hanno costituito la Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale e sono impegnate in progetti di comunicazione, formazione e sensibilizzazione dei guidatori. Abbiamo il piacere di pubblicare un soggetto della campagna "Pensa a guidare 2011", ideata per richiamare tutti gli automobilisti al rispetto delle regole della strada.


Leggi tutte le news