ARAG, azienda leader di un mercato in forte sviluppo.

16/11/2007

"Nel 2004 abbiamo avuto il miglior risultato in 40 anni di attività della Compagnia in Italia, soprattutto se consideriamo che nel Canale Diretto ARAG è cresciuta a un tasso doppio rispetto a quello del Mercato. Inoltre, a conferma di come stia entrando sempre più a far parte della cultura assicurativa italiana, il Ramo Tutela Giudiziaria cresce tre volte più dei rami danni nel loro complesso".

Queste le parole dell'avvocato Neuhaus a margine dell'Assemblea dei Soci della Compagnia riunitasi a Verona il 27 aprile scorso, con all'ordine del giorno, l'approvazione del bilancio al 31.12.04 e il rinnovo delle cariche del Consiglio di Amministrazione.

Il risultato di ARAG Italia nel 2004.
I premi frutto del lavoro diretto hanno registrato un incremento veramente notevole, tale da assorbire, praticamente in un solo esercizio, la venuta meno di un importante trattato di riassicurazione. Infatti, se la raccolta premi complessiva è stata di 41,156 milioni di euro (-1.8 % rispetto al precedente esercizio), i premi derivanti dal lavoro diretto hanno raggiunto 18,791 milioni di euro con una crescita del 21,2 % rispetto all'anno precedente.
Questo risultato, sommato alla crescita del 32% del 2003 rispetto al 2002, fa si che il Canale sia cresciuto di circa il 60% in due anni.

Un nuovo C.d.A. nel segno della fiducia.
Con il rinnovo delle cariche del C.d.A. per il triennio 2005-2007 la Casa madre di Düsseldorf ha voluto manifestare la fiducia che gli investitori tedeschi ripongono nello sviluppo del Ramo in Italia. Presidente del Consiglio di Amministrazione della Compagnia è stato confermato l'avv. Paul Otto Faßbender, principale azionista e presidente del Gruppo. Significative sono inoltre le nomine come vice presidente del dott. Johannes Kathan, responsabile delle attività internazionali del Gruppo e come consigliere del sig. Dieter Schmitz. L'avv. Ole Neuhaus è stato confermato nel suo incarico per il 20° anno consecutivo.

Un mercato in forte espansione.
Il Ramo Tutela Giudiziaria risulta essere, tra i rami danni, il terzo ramo che cresce di più. Con 205,9 milioni di euro raccolti, infatti, registra un incremento del 12,1% rispetto al 2003. Si tratta di un tasso di crescita triplo rispetto a quello registrato dai rami danni nel complesso (nel 2004 hanno conteggiato 36.729,3 milioni di euro, con un incremento del 4% sul 2003 - Fonte ANIA). Di conseguenza ARAG Italia vede confermata la propria leadership sul mercato con una quota corrispondente al venti per cento.

Giovanni Nenz


Leggi tutte le news