ARAG compie 75 anni

22/10/2010

ARAG, la più grande compagnia di assicurazioni tedesca a capitale familiare, compie 75 anni. In un'intervista, il presidente Paul-Otto Faßbender spiega per quali motivi i valori tradizionali del passato sono tuttora validi all'interno dell'azienda.

Dr. Faßbender, quest'anno ARAG compie 75 anni. Che cosa associa a questa data?

Sono molto orgoglioso dell'attività imprenditoriale di mio nonno, di mio padre e di mio zio. Hanno creato le basi per far diventare ARAG un'impresa di successo attiva in ambito internazionale. Soprattutto a mio nonno farebbe sicuramente molto piacere sapere che la sua idea ha generato il secondo maggior assicuratore di Tutela legale a livello mondiale. Nella fase iniziale ebbe molte difficoltà poiché i tempi non erano ancora maturi per far sì che un'impresa che si occupava di pari opportunità in ambito legale potesse affermarsi, soprattutto se il suo fondatore era un esponente politico di centro.

Potrebbe spiegare meglio che cosa intende concretamente?

Heinrich Faßbender era un editore ed un esponente politico di centro. Ciò lo rendeva molto vulnerabile nei confronti del regime di allora. Fu costretto a vendere le sue case editrici per la pubblicazione dei giornali di Oberhausen e di Colonia e dovette chiudere anche il suo studio legale. La famiglia Faßbender riuscì a mantenere solo il possesso di ARAG, ma anche lì la pressione esercitata affinché l'azienda venisse venduta era molto forte. Probabilmente ARAG a quei tempi era ancora troppo piccola, altrimenti il regime avrebbe espropriato la famiglia senza troppe esitazioni. A mio avviso lo spirito combattivo dimostrato nella fase iniziale dice molto sulla capacità di resistere della famiglia Faßbender.

Lei è azionista di maggioranza del Gruppo assicurativo ARAG di Düsseldorf, oggi la più grande compagnia di assicurazioni tedesca a capitale familiare. è importante per i vostri clienti sapere che ARAG è una società a capitale familiare?

Sì, e lo è anche molto più di quanto avevamo immaginato. Indagini svolte presso i consumatori dimostrano molto chiaramente che la nostra tipologia societaria è molto apprezzata dalla clientela. Ciò dimostra che la profonda crisi di fiducia nei confronti dell'industria finanziaria porta alla nostra azienda familiare dei benefici piuttosto che danneggiarci. Da due anni osserviamo un profondo cambiamento dei valori presso i consumatori. Di questo cambiamento di valori beneficiamo moltissimo. Le imprese a capitale familiare ispirano fiducia, solidità e spirito imprenditoriale. Questo particolare carattere è alla base della continuità imprenditoriale di ARAG. Oggi questi valori sono in maniera crescente condizioni apprezzate per un'economia sostenibile.

Negli ultimi tempi l'economia finanziaria è risultata essere un fronte molto caldo. ARAG, compagnia a conduzione familiare, come reagisce?

Direi che reagisce molto bene. In ogni nostra scelta imprenditoriale siamo consapevoli della nostra responsabilità. Per questo motivo assumiamo solo quei rischi che non mettono a repentaglio l'azienda. Operiamo solo in segmenti di business costituiti da piccoli rischi. Ciò vale soprattutto per la Tutela legale. In questo modo il Gruppo ARAG ha una struttura di rischio ottimale che ben si adatta alle risorse finanziarie di un'impresa a capitale familiare. Questo vale sia in ambito nazionale che internazionale.

Il marchio ARAG è sinonimo di Tutela legale. Tuttavia questo è solo uno dei settori di una ben più ampia realtà aziendale. Del Gruppo fa parte anche una compagnia del ramo malattia che sta registrando una crescita molto veloce. è forse un segreto?

No, affatto. La Tutela legale costituisce il nostro core business strategico. Metà del fatturato del nostro Gruppo viene realizzato in questo settore. Tuttavia le imprese a capitale familiare di successo si impegnano per operare anche in altri settori e le basi per far sì che oggi ARAG sia un assicuratore multiramo vennero create già 50 anni fa da mio padre e da mio zio. Per questo motivo oggi il marchio ARAG identifica in Germania anche una compagnia del ramo malattia di grande successo. ARAG è una impresa molto viva, in continua evoluzione.

Cosa significa evoluzione per un marchio come ARAG, che vanta una lunga tradizione nella Tutela legale?

Proprio le aziende che hanno un marchio forte devono essere aperte ai cambiamenti, altrimenti mettono a repentaglio la loro capacità di affrontare il futuro. Ma sarebbe un problema se ci accorgessimo solo oggi di questa evoluzione. Già diversi anni fa abbiamo orientato i nostri principi aziendali sul cambiamento di ARAG - sia a livello nazionale che internazionale. La nostra strategia di vendita punta molto sui settori di forza di ARAG: Tutela legale, malattia e sport.

Sport?

Si, ARAG è il maggior assicuratore in ambito sportivo d'Europa. La maggioranza degli sportivi tedeschi iscritti ad associazioni è assicurata con ARAG. Inoltre da molti anni promuoviamo la ricerca nell'infortunistica dello sport. A questo riguardo lavoriamo a stretto contatto con scienziati dello sport dell'Università di Bochum. Con la loro collaborazione, nel tempo, abbiamo raccolto la più ampia documentazione e valutazione di incidenti dello sport in Germania.

Lei punta molto su una forte internazionalizzazione della sua impresa. Ciò è alquanto inusuale in questo settore. Non la insospettisce il fatto che altri assicuratori siano molto cauti riguardo a questo tema?

No. Il know how internazionale non si può semplicemente comprare, bisogna costruirlo decennio dopo decennio. ARAG è attiva anche fuori dai confini tedeschi da oltre 50 anni. Ciò in passato veniva sottovalutato ma oggi sappiamo che dal punto di vista strategico abbiamo preso la decisione giusta. Fuori dalla Germania il potenziale di crescita è maggiore rispetto al mercato nazionale - per quale motivo non dovremmo approfittarne? Inoltre la crisi dei mercati finanziari ha dimostrato che abbiamo perfettamente sotto controllo sia il business nazionale che quello internazionale.

Dove sarà il Gruppo ARAG tra 10 anni?

Il Gruppo ARAG ha ottime opportunità di crescita ed è orientato al futuro. Tra 10 anni vedo ARAG come un'impresa a capitale familiare affermata, di successo a livello internazionale e con forti radici tedesche.


Leggi tutte le news