Banche, cooperative & C. Per i grandi clienti ora abbiamo una Patente Protetta su misura.

11/10/2006 - Francesca Breda

Argomenti correlati: Polizza Patente Protetta 

 

Il termine convenzione ci fa pensare subito a un grande numero di assicurati e automaticamente a condizioni tariffarie estremamente interessanti.
Talvolta il cliente che acquista una polizza "standard" paga un premio nettamente superiore a quello cosiddetto da "convenzione" e, inutile dirlo, ci rimane decisamente male.
Per accontentare sia i grandi clienti, sia tutti gli altri, abbiamo creato una nuova formula di vendita della polizza Patente Protetta destinata a tutti i "grandi clienti".

Chi sono i grandi clienti

Vengono considerati tali i gruppi di almeno 300 potenziali assicurati; a titolo esemplificativo, rientrano in questa categoria le banche, le cooperative, le associazioni, le aziende, ecc.

Che caratteristiche ha la polizza per i grandi clienti

E' più "leggera" di quella che proponiamo abitualmente (e che continuiamo a vendere) ma mantiene tutte garanzie "forti" del nostro prodotto: difesa penale, diaria in caso di ritiro e/o sospensione della patente per incidente stradale, pagamento del corso per recuperare i punti. Nel caso sia possibile, si può inserire anche la condizione aggiuntiva "violazioni al codice della strada".

Il premio

Senz'altro in linea con le aspettative del cliente e variabile a seconda del numero degli assicurati. Infatti, al momento della stipula della convenzione si dichiara il potenziale degli assicurati e si ipotizza il numero di adesioni da raccogliere in un anno.
Interessante è il fatto che si sia pensato di non richiedere un premio minimo per l'accensione della convenzione.

Se non si raggiunge il numero delle adesioni ipotizzate

Anche in questo caso è facile: si verifica il risultato raggiunto e, nel caso peggiore, si rinegozia il premio di polizza per l'annualità successiva.

Francesca Breda

 

 

Documenti correlati: Polizza Patente Protetta

 


Leggi tutte le news