C'è la polizza che il mercato vuole

20/11/2007

Dal 30 giugno sono entrate in vigore le modifiche al Codice della strada che hanno introdotto la tanto temuta "patente a punti". Mai come in questa circostanza era necessario essere tempestivi, offrendo al pubblico una risposta su misura per le nuove esigenze di mercato. Così ARAG è stata la prima Compagnia a presentare una polizza, la "Patente Protetta", creata specificamente per la patente a punti. Ecco gli aspetti più interessanti. Se commettiamo un'infrazione e ci vengono sottratti dei punti, possiamo solo frequentare un corso riabilitativo presso le autoscuole. Questo ha senz'altro un costo.

Ecco allora che le spese del corso vengono pagate da ARAG. Si tratta di una novità che incontrerà grande riscontro, avremo maggiori chances di vendita anche nei confronti dei privati che potranno godere di questa prestazione al pari delle aziende. Se poi la patente viene anche sospesa per un certo periodo, il danno dal punto di vista economico sale sensibilmente.

La polizza prevede il riconoscimento di una diaria scelta dal cliente (da € 20,00 a € 200,00) che può essere corrisposta a tutti se il ritiro o la sospensione avvengono per incidente stradale, o qualora si sia in presenza di un cliente azienda, anche per alcune infrazioni al codice della strada (nel rispetto delle norme assuntive ISVAP). Inoltre, abbiamo colto l'occasione per introdurre un'ulteriore novità: se l'assicurato subisce un provvedimento di inibizione al transito in un paese europeo avrà diritto al pagamento della diaria, seppur in misura ridotta.

I media ci stanno regalando ottima pubblicità tutti i giorni, affrontando il tema della patente a punti, e chi è motorizzato si dimostra quanto mai sensibile alla problematica. Ci troviamo di fronte ad un mercato di domanda e l'occasione va sfruttata al meglio!

Francesca Breda


Leggi tutte le news