E' iniziata la rivoluzione del Cliente

21/11/2007

Gentili amici,
a poche settimane dal mio ingresso in ARAG,desidero porgere un saluto a tutti voi che siete i nostri interlocutori, destinatari, e spero lettori, di questa newsletter.
La concomitanza con l'avvio del nuovo anno costituisce un forte invito a pensare al futuro, ai progetti. Ma come non fare anche delle riflessioni sui grandi cambiamenti che hanno interessato il nostro mercato e che sono stati vissuti da tutti noi negli ultimi tempi. Quando ho iniziato la mia attività assicurativa, oltre venti anni fa, lo scenario era diverso, fatto di poche regole, grande frammentazione di Imprese, scarsa specializzazione e pressoché nessuna attenzione al cliente, se non quella da tutti dichiarata a parole.
Nell'ultimo decennio numerosi e significativi eventi esterni ed interni al mondo delle assicurazioni hanno imposto e guidato una serie di evoluzioni così marcate, da diventare vere e proprie trasformazioni strutturali. Mi riferisco agli attori di oggi, diversi ed in qualche caso alternativi rispetto a quelli che c'erano nel mercato 10 o 20 anni fa. Mi riferisco ancora al modo attuale di "fare assicurazione" da parte delle Imprese, con i condizionamenti ma anche con le indicazioni del mondo finanziario nazionale ed internazionale.
Mi riferisco soprattutto alla rivoluzione che è a mio avviso appena iniziata e che cambierà comportamenti e stili di relazione di ciascun attore: la "Rivoluzione del Cliente".
Qualunque nostro atto non potrà prescindere in futuro dalla domanda se esso sia funzionale o no ad una reale percezione di qualità da parte del fruitore finale dei nostri servizi. Non mi limiterei però a dire che questo è ormai indispensabile; mi piace affermare che questo è molto giusto!
Sono stato peraltro lieto di constatare che ARAG crede in questa visione del futuro e devo dire che in tal senso ha già orientato i suoi comportamenti, con determinazione, ma anche con consapevole attenzione.
Esistono tutti i presupposti per raggiungere traguardi importanti e riconosciuti, dai nostri azionisti e dai nostri clienti. Questi presupposti stanno nel nostro know how; nella volontà di collaborare proficuamente con i nostri Partners (Compagnie, Brokers, Agenti, ma anche Enti, Associazioni, ecc.); nella sempre maggiore sensibilità del pubblico verso la Tutela Giudiziaria, sensibilità che va però alimentata con un'offerta adeguata e comprensibile.
Cos'altro dire a conclusione di queste brevi considerazioni, se non augurarmi di incontrare presto tanti di voi ed augurarvi grandi successi per l'anno appena iniziato e per gli anni a venire.

Rocco Luigi Matarazzo
Direttore Commerciale ARAG Italia


Leggi tutte le news