Incidenti stradali all'estero

01/07/2006

Argomenti: Incidenti stradali estero, Sinistro, Incidenti stradali in Croazia

 

Incidenti stradali all'estero: Croazia - Sempre più Italiani scelgono il vicino mare della Croazia per le ferie estive. Tuttavia, è poco noto che in Croazia un semplice incidente stradale può riservare conseguenze imprevedibili e guastare irrimediabilmente la tanto agognata vacanza. Infatti, la legge croata prevede che, in caso di incidenti stradali che provochino lesioni alle persone o anche solo danni materiali rilevanti, si debba comparire davanti al giudice penale o amministrativo. Ciò comporta spesso alcune ore di custodia cautelare nonché il temporaneo ritiro del passaporto.

Un bel guaio, ma ARAG può essere di grande aiuto: infatti, grazie alla polizza Circolazione Protetta viene garantita l'assistenza legale in caso di procedimenti penali per delitti colposi e per contravvenzioni, conseguenti ad incidenti stradali verificatisi in tutto il territorio europeo, oltre che negli stati extraeuropei posti nel Bacino del Mare Mediterraneo. Con questa polizza il turista può quindi contare sull'assistenza di un avvocato del luogo, i cui costi rimarranno a carico della compagnia di assicurazioni.

Neppure le difficoltà linguistiche costituiscono un problema. Per chiarire la propria posizione davanti al giudice croato, l'assicurato ARAG potrà farsi assistere da un interprete durante l'interrogatorio, senza dover sostenere alcuna spesa. La Polizza Circolazione Protetta di ARAG, infatti, garantisce anche l'assistenza di un interprete in sede di interrogatorio, in caso di arresto, detenzione e/o altra misura restrittiva della libertà personale disposta per responsabilità penale connessa ad incidente stradale.

Ivan Cengia

 

Documenti correlati:
Incidenti stradali all'estero: Polizza Circolazione Protetta

Argomenti: Incidenti stradali estero, Sinistro, Incidenti stradali in Croazia


Leggi tutte le news