L'attività dell'intermediario

16/01/2008

Il cliente deve essere consapevole di ciò che sta acquistando, e noi dobbiamo aiutarlo con una corretta informazione.

L'ISVAP ha emanato in data 16 ottobre 2006 il regolamento n. 5 sulla disciplina dell'attività di intermediazione assicurativa e riassicurativa. Gli articoli 47 e 49 del regolamento appesantiscono l'attività amministrativa di colui che per professione fa l'intermediario assicurativo: è a lui che ISVAP si rivolge direttamente, trasferendo alle imprese di assicurazione un obbligo di verifica sull'osservanza di quelle regole di comportamento. Noi di ARAG riteniamo molto importante questa attività: le regole generali descritte dal regolamento si riferiscono a criteri di diligenza, correttezza, trasparenza e professionalità da tenere nei confronti dei contraenti e degli assicurati, fornendo loro ed acquisendo da loro ogni informazione utile a rendere sia l'assicuratore che l'assicurato consapevoli dei prodotti e dei servizi forniti ed acquistati; assolvere questi requisiti fa già parte di noi e della nostra storia, in quanto assicurare vuol dire anche "rendere sicuri" .

Tornando al regolamento, l'intermediario dovrà fornire al proprio cliente una sintesi dei propri doveri di comportamento, dichiarare i dati essenziali riferiti alla propria attività di intermediazione e consegnare la documentazione precontrattuale e contrattuale. Per fare questo utilizzerà alcuni modelli predisposti da ISVAP (i famosi modelli 7A e 7B), che potrà personalizzare (in ciò ARAG ha fornito il proprio supporto, inviando a tutti i propri intermediari alcuni facsimili).

Il comma 3 dell'articolo 49 prescrive che la consegna della documentazione di cui sopra risulti da una dichiarazione sottoscritta da parte del cliente, che in pratica siglerà quei modelli. Da parte sua ARAG, nella duplice veste di ente controllato e controllante, sta completando l'inserimento, in ogni frontespizio di polizza, di un apposito spazio nel quale il cliente dichiari di essere stato correttamente informato sull'identità e sull'attività del proprio intermediario e sul prodotto e/o servizio propostogli e/o fornitogli.

Per ogni richiesta di chiarimenti potete utilizzare la casella di posta arag@arag.it.

Giorgio Piazza


Leggi tutte le news