La polizza Attività Protetta si rinnova

24/09/2008

Argomenti: Polizza Attività Protetta, Tutela Legale Aziende, Polizza Imprenditori, Polizza Professionisti 

 

Tante garanzie in più, tutte modulabili

Dal 24 settembre la polizza Attività Protetta si arricchisce di una nuova gamma di garanzie che la rendono ancora più interessante, sia per gli imprenditori di piccola e media dimensione che per i professionisti.

La prima novità importante risiede nelle Condizioni generali di polizza (CgA) che da oggi annoverano tra le spese garantite da ARAG anche i seguenti oneri: registrazione della sentenza; ricerca delle prove; domiciliatario; costituzione di parte civile nell'ambito del procedimento penale.
Un'altra caratteristica innovativa consiste nella modularietà del contratto: potrete assemblare la polizza a piacere e, a seconda delle necessità, sarà possibile creare un prodotto perfettamente in linea con le esigenze delle diverse tipologie di impresa e dei differenti settori merceologici.
Il massimale che vi proponiamo spazia da un minimo di 20.000 euro ad un massimo di 50.000; potrete quindi trattare in autonomia importi di massimale che fino ad oggi erano di esclusiva pertinenza della nostra Sezione Offerte.

Per rendere la nuova polizza Attività Protetta ancora più competitiva rispetto al passato ci siamo sbizzarriti aggiungendo nuove garanzie di sicuro interesse anche per il cliente più esigente. Per spiegare sinteticamente il contenuto delle nuove garanzie e, soprattutto, la loro struttura modulare, le abbiamo schematizzate nel prospetto allegato (vedi file .pdf). Con questa nuova polizza Attività Protetta desideriamo mettervi a disposizione uno strumento di lavoro, adattabile alle moltissime esigenze espresse dai clienti e dal premio davvero concorrenziale. Infatti, il nostro intento è quello di mettervi in condizione di vendere il miglior prodotto al miglior premio possibile, rendendo il vostro punto vendita particolarmente aggressivo ed incisivo anche nei confronti della concorrenza più qualificata.

Se oggi meno del 5% delle aziende esistenti hanno acquistato una polizza di Tutela Legale non significa necessariamente che non ne abbiano bisogno: forse, complice anche un clima legislativo particolarmente prolifico di nuove sanzioni a carico delle imprese - il D.Lgs. 231/01 ne è un esempio - è arrivato il momento giusto per proporre ai nostri clienti qualche cosa di nuovo ed efficace per la tutela dei loro interessi.

Durante i corsi di formazione che sono stati programmati per ottobre ci sarà l'occasione di approfondire i dettagli tecnici riguardanti ogni singolo modulo, la sua corretta tariffazione, le motivazioni di vendita e l'emissione del contratto. Le aziende oggi sono molto più sensibili di un tempo, stanno solo aspettando una risposta professionale e qualificata da parte nostra!

Francesca Breda

Allegati

Leggi tutte le news