La RC Professionale diventa obbligatoria

17/07/2013

di Giuliano Bonato

Come ormai noto il combinato disposto dell'articolo 3 della Legge 148 del 2011 e dell'articolo 9 del Decreto Legge n.1 del 2012 ha introdotto per tutti i liberi professionisti l'obbligatorietà a dotarsi di una polizza di Responsabilita Civile Professionale.

Originariamente tale onere doveva entrare in vigore nell'agosto del 2012 ma, a seguito di alcune perplessità e richieste da parte degli ordini professionali, la scadenza e stata prorogata di un anno dal D.P.R. 137 del 2012. Sono stati chiariti anche alcuni punti controversi. L'articolo 5 recita infatti: "Il professionista è tenuto a stipulare, anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti, idonea assicurazione per i danni derivanti al cliente dall'esercizio dell'attività professionale, comprese le attività di custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente stesso. Il professionista deve rendere noti al cliente, al momento dell'assunzione dell'incarico, gli estremi della polizza professionale, il relativo massimale e ogni variazione successiva. La violazione della disposizione di cui al comma 1 costituisce illecito disciplinare."

Dunque ci siamo! Dal 13 agosto 2013 quasi 2 milioni di liberi professionisti dovranno dotarsi di apposita polizza Rc. Tuttavia non la sola iscrizione ad albo professionale, ma solo l'effettivo esercizio della professione (tramite stipula di contratti) comporta l'obbligo della copertura assicurativa. Ed inoltre si e anche definito che la violazione della regola costituisce “sempliceÂâ€� illecito disciplinare. Se è vero che una tale previsione comporta un costo ulteriore per i prestatori dÂ’opera ed in particolare per i giovani che si affacciano alla professione, d'altra parte bisogna riconoscere che le nuove norme rappresentano un indubbio passo in avanti sia per il cliente, sicuro di veder risarcito un eventuale danno subito, sia per il professionista stesso che, in una fase di sempre maggior propensione dei clienti a contestare la "bontà" delle prestazioni ricevute, si vede garantito avverso le richieste di risarcimento, scaricando l'onere del pagamento direttamente sulla compagnia assicuratrice. In ogni caso la legge ha previsto la possibilita di assolvere tale obbligo anche tramite la stipula di convenzioni collettive al fine del contenimento dei costi.

Anche in questa occasione ARAG si dimostra al passo coi tempi. Con la nuova versione del prodotto ARAG Tutela Legale Impresa e, in particolare, col modulo dedicato ai professionisti, ARAG raccoglie le sfide poste dal mercato e propone una nuova offerta assicurativa volta a tutelare in modo completo il mondo della libera professione, sollevandolo dal pensiero di dover affrontare un costoso procedimento giudiziale penale, civile o amministrativo. Un abbinamento ad hoc tra la polizza di Responsabilita Civile e quella di Tutela legale per consentire al professionista una copertura a 360 gradi e la possibilita di svolgere in totale serenita la propria attività.

 

 


Leggi tutte le news