La TG del medico completa la polizza RC

21/11/2007

Argomenti: Assicurazione Medici, Polizza RC Medici, Tutela Giudiziaria del Medico nell'esercizio della professione

 

Azioni giudiziarie nei confronti di medici o di altri professionisti, ritenuti responsabili di negligenza, imperizia od altro, non sono più casi isolati ma si ripetono con preoccupante frequenza. Anche un'operazione condotta "a regola d'arte" può portare un chirurgo a rispondere di lesioni colpose, se non c'è stato il preventivo consenso del paziente e se il medico non ha fornito le informazioni, che è tenuto a dare, sui rischi e conseguenze di un intervento.

Restando nell'ambito sanitario, la richiesta di risarcimento al medico finito sotto accusa avviene solitamente attraverso un'azione giudiziaria, proposta dinanzi al giudice civile o in sede penale, quando il professionista viene imputato del reato di lesioni colpose e, nei casi più gravi, di omicidio colposo.

I medici di norma si tutelano con una polizza di RC per tutti i danni cagionati a terzi nell'esercizio della professione, e con questa garanzia assicurativa possono contare su una seppur limitata copertura per le spese di carattere giudiziario. In base al Codice civile, infatti, l'Assicuratore è tenuto a garantire all'Assicurato le spese "di resistenza" sostenute, nei limiti del quarto della somma assicurata.

Prima attivare la RC
Il medico che si garantisce con un tale tipo di polizza dovrà quindi tempestivamente informare la propria Assicurazione di RC, ogni volta in cui deve difendersi da una richiesta giudiziale o stragiudiziale di risarcimento, chiedendo alla Compagnia che sia la stessa a fornirgli l'assistenza.

Se poi il professionista, per integrare l'RC, ha sottoscritto anche una polizza di Tutela Giudiziaria, questa sarà operante unicamente dopo che l'Assicurazione per la Responsabilità Civile avrà esaurito la sua specifica copertura (c.d. intervento in "secondo rischio"). Nel caso di difesa penale, la polizza di Protezione Legale è invece immediatamente operante.

Per tutelarsi da accuse di negligenza, imprudenza, imperizia, ovvero da inosservanza di leggi, regolamenti, discipline ed altro ancora, il medico titolare di una polizza di TG potrà dunque, dopo aver denunciato il sinistro e attivato la polizza, nominare un legale di sua fiducia liberamente scelto e consulenti tecnici di parte. Senza sostenere le relative spese che, generalmente, non sono di lieve entità.

Elisa Drezza

 

Medico: Tutela Giudiziaria


Leggi tutte le news