Ordinanze in tema di circolazione - Il permesso non va limitato a una sola targa

16/01/2008

Argomenti: Circolazione stradale, Zone a traffico limitato, Zona ZTL,  Sindaco e facoltà di regolamentazione della circolazione stradale, Nuovo Codice della Strada

 

L'articolo 7 del nuovo Codice della strada attribuisce al sindaco diverse facoltà in tema di regolamentazione della circolazione stradale. Il primo cittadino può con ordinanza limitare, completamente o in parte, la circolazione di tutte o di alcune categorie di veicoli per motivi legati all'inquinamento, al fine di tutelare il patrimonio artistico, naturale e ambientale.

In questo contesto normativo si determinano tutte le disposizioni che riguardano la creazione di Zone a traffico limitato, il cui fine è quello di proteggere interessi e beni "meritevoli di tutela" rispetto agli interessi dei privati cittadini, secondo un giudizio di prevalenza legato ai criteri di buona amministrazione e di tutela dell'interesse pubblico.

La sentenza numero 7703 del Tar del Lazio, organo giudiziario competente a valutare la legittimità delle ordinanze emesse dal sindaco, ha stabilito la non idoneità alla tutela degli interessi pubblici del limite imposto all'accesso in zona ZTL, relativamente alla circolazione autorizzata di una sola "targa". Il provvedimento del sindaco di fatto vietava l'alternanza dell'uso di più vetture intestate al medesimo proprietario, imponendo la scelta di quale dovesse essere indicata sul permesso di circolazione. Questo provvedimento è stato ritenuto "ingiustamente punitivo nei confronti dei residenti senza un apprezzabile interesse pubblico". Per il Tar l'ordinanza era illegittima e ha accolto il ricorso perché consentire l'impiego del permesso di accesso al centro storico per un solo veicolo, non agevola la risoluzione dei problemi causati dall'intenso traffico. Infatti l'utente in possesso di più macchine, potendo utilizzare il permesso soltanto per un'auto, si vedrebbe costretto a scegliere quella più grande, causando così sia maggiore inquinamento sia maggiore occupazione di spazi pubblici. Ecco un esempio di bilanciamento degli interessi!

Olivia Flaim


Leggi tutte le news