Sarà capitato anche a voi

01/10/2014 - di Giuliano Bonato

Da appassionato della bicicletta alcuni mesi or sono mi trovavo a fare il solito "giretto" per non perdere l'allenamento. Tra i tanti luoghi possibili offerti dal territorio veronese mi sono sempre piaciute le colline moreniche che si sviluppano attorno al basso lago di Garda. Quel giorno ero a Custoza, luogo suggestivo per molti versi simile ai paesaggi toscani e noto non solo per il vino locale ma anche per le vicende storiche risorgimentali che lo hanno visto coinvolto. Ebbene, quasi alla fine della giornata, sulla via del rientro, sorpasso sulla sinistra un'auto ferma a brodo strada, quando BUMM!!!! Si apriva la portiera posteriore dell'auto nel momento giusto per colpire la mia spalla e farmi cadere a terra. Una piccola ferita, una visita in ospedale, qualche punto e un po' di riposo. Nulla di grave. Alla bici qualche graffio e un manubrio da cambiare. Avevo seriamente riflettuto sull'opportunità di richiedere un risarcimento del danno che oggettivamente avevo subito, eppure alla fine ho desistito. Perché? Un po' per pigrizia e un po' perché non mi andava di cercare un avvocato competente, anticipare senzÂ’altro delle spese legali, intentare una causa e sottopormi all'incertezza della giustizia.

Certo, se avessi avuto una polizza di Tutela legale sarebbe stato chiaramente diverso e non avrei avuto dubbi sulla convenienza dell'azione legale. Per questo, non appena ARAG ha lanciato il nuovo prodotto Multioption sono stato davvero felice. Infatti, tra i sette moduli previsti cÂ’è nÂ’è anche uno dedicato allo sport, esattamente quello che mi sarebbe servito quel giorno. Come per me, in verità, per qualunque persona che faccia un po' di attività fisica, anche solo occasionale, la copertura offerta da questa polizza è un'ottima opportunità. Dalla palestra al nuoto, dalla boxe al jogging, tutti possono avere la necessità di richiedere un risarcimento per un danno subito (ad es. un podista investito da un'automobile). Così come può capitare di dover gestire una controversia con la propria compagnia di infortuni o di responsabilità civile. Se a questo aggiungiamo la classica garanzia della difesa penale (per es. nel malaugurato caso di essere noi ad aver causato lesioni a qualcun altro) e la copertura di eventuali vertenze contrattuali relative all'acquisto di servizi o attrezzattura sportiva (ad es. perché difettosa), la tutela è completa e davvero efficace. Il tutto ad un premio decisamente modesto: 40 euro in un anno, neanche un sorso di Gatorade al giorno!

Concludendo il racconto, però, voglio essere onesto: in ogni caso non avrei mai potuto fare causa quella volta. La portiera dell'auto era stata, infatti, inavvertitamente aperta da un bambino seduto sul sedile posteriore dell'auto. Subito dopo l'accaduto, tra le reprimenda del padre, il bambino era scoppiato in un pianto interminabile, chiaramente colto da un grosso senso di colpa e dalla paura della situazione. Chi avrebbe potuto fare causa in quella situazione? Non certamente io; ma questa, d'altronde, è un'altra storia.


Leggi tutte le news