Specializzazione su tutti i fronti

19/07/2012

di Pierachille Zinelli

ARAG prosegue senza sosta nella specializzazione del servizio offerto: dopo avervi parlato della rete di Avvocati qualificati che da anni oramai affianca ARAG nella tutela degli interessi dell’Assicurato; dopo avervi descritto i "Gruppi di specializzazione", nell’ambito dei quali i responsabili di zona gestiscono i sinistri per i quali vantano maggiore esperienza e formazione, vi presentiamo oggi (dopo un paio di anni di “rodaggio”) due partnership di grande valore e prestigio nel settore delle perizie tecniche e medico-legali. Abbiamo intervistato per voi la dott.ssa Giuliana D’Amore, amministratore delegato di Sircus srl, e il dott. Giovanni Cannavò, amministratore unico di Medexpert srl.

 

Giuliana D'Amore - Amministratore Delegato Sircus srl

Innanzitutto, ci aiuti a conoscere meglio Sircus ed il contesto organizzativo e di mercato nel quale opera.

Sircus è società del Gruppo Lercari, leader nellÂ’attività di gestione e liquidazione dei sinistri. Combina esperienza, competenza e profonda conoscenza del settore e collabora come outsourcing provider con le maggiori compagnie di assicurazione, Enti Pubblici ed aziende operanti nei settori banca-assicurazione, industriale, grande distribuzione e utilities. Abbiamo alle spalle una storia di grandi successi lunga oltre 14 anni, durante i quali abbiamo collaborato con i nostri clienti per migliorare sistemi operativi e processi di comunicazione, permettendo loro di valorizzare al meglio il proprio core business. Sircus ha un fatturato medio annuo di circa 3,5 milioni di euro. Ha gestito nel 2011 oltre 30.000 sinistri, grazie ad uno staff composto da professionisti specializzati nel settore legale e assicurativo. La gestione del sinistro è fondata su procedure certificate ISO 9001:2008 e ritagliata a misura per ogni singolo cliente, attraverso la offerta di servizi modulari e di database web dedicati alla liquidazione e pagamento dei danni.

Sircus è nata dal desiderio della Famiglia Lercari di dare maggiore impulso alla propria attività professionale anticipando le tendenze e richieste del mercato assicurativo. Una filosofia che ha portato alla creazione di Gruppo Lercari, struttura coordinata di società ad alta specializzazione operanti nel campo peritale assicurativo nazionale e internazionale.

Cosa si intende per “Network di periti�?

Una rete di professionisti che condividono le medesime tecniche operative, garantiscono omogenei livelli di servizio, applicando le tariffe concordate, allÂ’interno di una comunità professionale per la quale il miglioramento di servizi e competenze è obiettivo primario. La rete che Sircus ha costruito negli anni ci consente di disporre del collaboratore più adatto per ogni tipologia di mandato peritale, con specializzazioni di elevato spessore per rispondere alle esigenze delle mandanti anche nei sinistri più complessi. Sircus collabora con oltre 2000 studi professionali distribuiti sullÂ’intero territorio nazionale e consolidati anche allÂ’estero. Attraverso questa Rete esprimiamo la migliore competenza in materia di Perizie Rami Elementari, Auto, e Trasporti, Indagini Assicurative, Certificazioni Energetiche, Ricostruzioni Cinematiche, Perizie Medico-legali.

Come considera il rapporto tra Tutela legale e mondo perizie?

Il rapporto si fonda sulle previsioni degli articoli 163 e 164, 173 e 174 del Codice delle Assicurazioni Private, che definisce la Tutela legale come il contratto con il quale lÂ’impresa si obbliga a prendere in carico anche le spese peritali occorrenti allÂ’assicurato per la difesa dei suoi interessi. Da qui la sinergia indispensabile delle attività in partnership fra ARAG e Sircus per lÂ’offerta del reale valore aggiunto al cliente e allÂ’assicurato.

Ritiene che il rapporto con Sircus costituisca un plusvalore offerto da ARAG ai propri assicurati?

Sicuramente. Grazie al rapporto di collaborazione instaurato con Sircus, ARAG ha la possibilità di offrire ai propri assicurati una rapida assistenza tecnica e la conferma del livello di servizio promesso. LÂ’incarico recepito tramite portale web permette lÂ’ottimizzazione dei tempi di nomina dei fiduciari e lÂ’evasione degli incarichi gestita nei tempi richiesti. Ciò consente di poter soddisfare ogni esigenza anche per quei sinistri più complessi che richiedono peculiari conoscenze tecniche: e senza alcun esborso aggiuntivo in quanto i costi vengono direttamente sostenuti da ARAG.

La partnership con ARAG compie tre anni: che bilancio si sente di fare e quali sono le aspettative per il futuro?

Il bilancio di questi tre anni è sicuramente positivo! Abbiamo avuto la possibilità di collaborare con una realtà affermata sul mercato come ARAG, che in Italia è sinonimo di Tutela legale. Siamo molto orgogliosi dei livelli raggiunti, ma la nostra continua ricerca delle migliori pratiche disponibili rende la nostra partnership dinamica e in continua evoluzione. Riceviamo e gestiamo incarichi sempre più complessi e particolari, e questo ci permette di pensare a un futuro ancora in crescita per accompagnare ogni nuova affermazione di ARAG sui propri mercati.

 

 Giovanni Cannavò - Amministratore unico di Medexpert srl

CosÂ’è Medexpert e perché nasce.

Medexpert srl viene costituita nel 2001 su iniziativa dei dr. Giovanni Cannavò e Luigi Mastroroberto. Era stata approvata da poco la legge 57/2001 e si riteneva, sulla base dellÂ’esperienza già maturata con i rispettivi studi professionali, che vi fosse spazio per un attività di tipo imprenditoriale nel settore medico legale. Veniva inoltre capitalizzata lÂ’esperienza maturata allÂ’interno dellÂ’Associazione Melchiorre Gioia che già allora aveva consentito tramite convegni ed iniziative culturali di rilievo una profonda conoscenza del mondo medico giuridico ed assicurativo italiano. Fu così possibile costituire un network qualificato di medici legali particolarmente competenti nel settore della medicina assicurativa.

Come si è sviluppata la società?

Medexpert ha puntato fin dallÂ’inizio sulla qualità professionale e lÂ’innovazione tecnologica. La perizia elettronica, oggi utilizzata da tutto il settore assicurativo, ed il primo portale web dedicato sono nate allÂ’interno dellÂ’azienda. Questa è cresciuta in progressione raggiungendo un portafoglio di 25 clienti ben diversificato.

QualÂ’é la tipologia della vostra clientela?

Inizialmente i nostri partners sono state le compagnie dirette. Queste per la tipologia del loro lavoro hanno trovato piena rispondenza alle loro esigenze con una società con caratteristiche simili alle loro. Non mancano, ovviamente, anche le compagnie tradizionali. Con il tempo abbiamo assistito alla comparsa di nuovi players che entrando nel settore assicurativo hanno trovato fisiologica la partnership con Medexpert. Mi riferisco alle banche, alle Poste, a società di servizi che liquidano sinistri per compagnie estere. A questo proposito vorrei precisare che il team di medici di cui ci avvaliamo ha particolare competenza anche nella valutazione delle perizie dei paesi dellÂ’Unione Europea e non a caso tra i nostri clienti abbiamo l'Uci e la Consap.

In sintesi ci avvaliamo di figure professionali di particolare valore capaci di ancorare la propria valutazione a rigorosi criteri scientifici.

Quindi fa bene l'assicurato ARAG ad affidarsi a Medexpert?

Credo che anche per una società ad alta specializzazione come ARAG, con la quale la collaborazione si protrae da diversi anni, il rapporto sia di reciproca soddisfazione. Parliamo, in entrambi i casi, di soggetti che utilizzano le tecnologie più avanzate nelle loro comunicazioni, anche sotto il profilo della sicurezza, del rispetto della tempistica, monitorata costantemente tramite SLA definiti (Service Level Agreements), della capacità di soddisfare la clientela più esigente anche nel difficilissimo campo della responsabilità professionale. Tutto questo favorendo il cliente finale anche nel dettaglio non secondario di non richiedere esborsi diretti di somme.

Inevitabile qualche breve riflessione sulle novità in tema di micro permanenti: può fornire ai nostri lettori una chiave di lettura di ciò che sta accadendo e delle prospettive future?

Il decreto legge 27/2012 all’art. 32, ed in particolare ai comma 3 ter e 3 quater, pone dei vincoli severi nella valutazione delle micro permanenti. La volontà del legislatore è chiara nel voler contenere i costi in questo settore. L'Associazione Melchiorre Gioia ha elaborato delle linee guida per i medici fiduciari che sono state successivamente adottate dall'Ania. Queste sono molto equilibrate: richiamano il medico legale ad un maggior rigore valutativo e soprattutto a superare l'uso invalso in questi anni di fare valutazioni “fotocopia”. Si tratta oggi di personalizzare meglio il danno anche per le micro permanenti. Se è vero che in alcuni casi potrebbero non essere riconosciuti i postumi permanenti, restano comunque sempre salvi il diritto del danneggiato al riconoscimento dell'inabilità temporanea e del rimborso integrale delle spese sostenute. Anche l'Isvap in una sua circolare interpretativa della legge conferma questo orientamento. Ritengo che un danneggiato che si affida a professionisti competenti potrà sempre avere un equo risarcimento, compatibilmente alle norme vigenti.

 


Leggi tutte le news