Testo unico sulla sicurezza e Tutela legale

11/12/2009

Argomenti: Infortuni sul lavoro, Polizza tutela legale azienda

 

Formazione ai broker

di Guido Rossi

Nelle aziende italiane ogni anno ci sono oltre 875.000 infortuni sul lavoro, di cui oltre 1000 mortali. Nel 2007, una azienda italiana su 13 ha registrato almeno un infortunio sul lavoro. Ogni anno sono migliaia i controlli che le Asl (Azienda sanitaria locale) e i Dipartimenti di sicurezza effettuano nelle imprese, spesso con risultati sempre più preoccupanti. Per esempio, nel 2007, su 9094 cantieri edili ispezionati, sono stati emessi ben 866 provvedimenti di sospensione (9,5%), mentre circa due aziende su tre di quelle ispezionate sono risultate irregolari (58,6%). Nel settore industriale le cose non sono molto diverse.

A conti fatti, quindi, tra infortuni e controlli, ogni azienda in Italia ha circa il 10-15% di probabilità di vedersi addebitata la potenziale violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro. Che cosa succede in caso di controllo? L'ispettore dell'Asl o dello Spisal, (Servizio igiene sicurezza ambienti di lavoro) essendo un funzionario di polizia giudiziaria, può entrare in qualunque momento in azienda, fare i controlli che ritiene opportuno e, se rileva potenziali rischi, mettere sotto sequestro un macchinario, un impianto o un'area di lavoro, bloccando la produzione, fino a quando il giudice competente, ricevuto un atto di opposizione dal legale dell'imprenditore, non decida diversamente.

Nel caso di infortuni sul lavoro, invece, all'arrivo dei funzionari dell'Asl o delle forze dell'ordine, viene immediatamente bloccata tutta l'area dell'infortunio, per cerchi concentrici, partendo dal punto dell'incidente, rilevando tutti i nomi delle persone, incarichi (formali e informali), responsabilità, ecc. In caso di infortunio l'imprenditore dovrà dimostrare di aver adottato un adeguato modello di organizzazione e gestione, di aver attivato un organismo autonomo di controllo e vigilanza, e di non aver omesso l'opportuna vigilanza e che quindi l'infortunio è da addebitare alla mancanza di rispetto delle regole da parte dei dipendenti. In entrambi i casi è di fondamentale importanza poter contare su un legale specializzato che sia in grado di operare per la immediata riattivazione dell'attività aziendale e per definire la strategia migliore di difesa e ridurre al minimo la responsabilità, sia finanziaria che penale, dell'imprenditore. è bene ricordare che per approntare una linea difensiva adeguata è necessario condurre lunghe e costose analisi e perizie.

Convegni broker

Sono stati illustrati ai broker i 306 articoli e 51 allegati del Testo unico 81/2008, in materia di Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, nel corso di tre Convegni realizzati a giugno 2009. A questi ne hanno fatto seguito altri tre in tema di Rc e Tutela legale e altri quattro sul tema della copertura di amministratori e dipendenti pubblici.

 

Argomenti correlati:

Tutela legale impresa


Leggi tutte le news