Vai al contenuto Vai alla ricerca Vai al contatti Vai alla mappa del sito

12/07/2021

 

La pandemia da COVID–19 ha profondamente limitato le nostre possibilità di spostamento oltre i confini nazionali.

Vediamo a quali condizioni possono circolare ora le persone.

 


Per maggiori informazioni, si invita a consultare il servizio dell’Unità di Crisi della Farnesina Viaggiare Sicuri, raggiungibile a questo link, il sito dell’Ambasciata d’Italia del paese di interesse cliccando qui oppure il sito ufficiale dell'EU cliccando qui.

Ingresso nei seguenti paesi:

 

Austria

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

Certificato di vaccinazione:
1. 21 giorni e non più di 90 giorni dalla dose 1 di 2;
2. La seconda dose di vaccino è stata somministrata e non sono trascorsi più di 270 giorni dal momento della prima dose;
3. 21 giorni e non più di 270 giorni dalla vaccinazione nel caso di vaccini per i quali è prevista una sola dose.
4. Utilizzati i seguenti vaccini: BioNtech/Pfizer, Vaxzevria/AstraZeneca, Janessen, Moderna, Sinophar, Sinovac

• Prova di recupero da COVID-19 nei 180 giorni precedenti
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (48 ore prima)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione (certificato medico in inglese o tedesco o certificato di vaccinazione)
1. 21 giorni e non più di 90 giorni dalla dose 1 di 2;
2. La seconda dose di vaccino è stata somministrata e non sono trascorsi più di 270 giorni dalla prima dose;
3. 21 giorni, e non più di 270 giorni dalla vaccinazione nel caso di vaccini per i quali è prevista una sola dose.
4. Autorizzati i seguenti vaccini: BioNtech/Pfizer, Vaxzevria/AstraZeneca, Janessen, Moderna, Sinopharm, Sinovac

• Prova di recupero da COVID-19 (certificato medico in inglese o tedesco – durata di massimo 3 mesi)
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (48 ore prima), o altro test entro 24 ore dall’ingresso. Nel caso in cui si acceda al Paese con il solo test negativo, viene imposta la quarantena di 10 giorni, che può terminare dopo 5 giorni, previa esecuzione di un ulteriore test.

*È prevista la compilazione di un modulo di autorizzazione prima dell’ingresso nel Paese solo se si proviene da un paese ad alto rischio (o se vi si ha soggiornato negli ultimi 10 giorni), non si ha la prova di una vaccinazione, della guarigione o un test negativo.
*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni


 

Belgio

1Vige un obbligo di pre-registrazione elettronica attraverso questo link (ad esclusione dei viaggi di durata inferiore a 48 ore e se si arriva con un mezzo di trasporto diverso dall'aereo).

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova della vaccinazione completa (14 giorni dopo la 2° dose o dopo la 1° nei casi di vaccino Janessen)
• Prova di recupero da COVID-19 (tra 11 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (entro 48 ore dall’arrivo – ma solo per i residenti in Belgio o con la nazionalità belga, con obbligo di quarantena in attesa del risultato)

Provenendo da una zona rossa a rischio varianti è vietato l’accesso (i residenti in Belgio o con la nazionalità belga, sono soggetti a un test obbligatorio di quarantena di 10 giorni e PCR il giorno 1 e il giorno 7 a decorrere dall'ingresso).

Senza certificato COVID digitale UE

Vige un sistema di catalogazione “a semafori”, rivisto con cadenza settimanale.

Se si proviene da una zona rossa gli obblighi sono:

Test PCR negativo (72 ore prima della partenza) e altro test il 7 giorno
Quarantena obbligatoria di 10 giorni (abbreviata a 7 nel caso in cui il test del 7° giorno sia negativo)

 

Bulgaria

Per accedere al Paese è necessario compilare una dichiarazione di viaggio di auto rischio, scaricabile a questo link.

Vige un sistema di catalogazione “a semafori”, rivisto con cadenza settimanale.

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

Certificato di vaccinazione valido se sono trascorsi 14 giorni dalla seconda dose (o dalla prima in caso di vaccino monodose);
• Prova di recupero da COVID-19, con validità massima di 180 giorni (a partire da 15 giorni dopo il risultato di positività)
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (entro 48 ore dall’arrivo)

Se si proviene da un paese “verde” non si è soggetti ad ulteriori incombenze.
Se si proviene da un paese “arancio” si può essere sottoposti a tamponi antigenici con casualità.
Se si proviene da un paese “rosso” si può entrare solo per validi e giustificati motivi.

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione, trascorsi 14 giorni dalla seconda dose (o dalla prima in caso di vaccino monodose). Nel documento vanno indicati nome, cognome, le date delle relative dosi di vaccino, la denominazione commerciale ed il numero di lotto del vaccino COVID-19, il nome del fabbricante/titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio, il paese in cui è stato somministrato e il nome dell'autorità competente emittente
• Prova di recupero da COVID-19 (tra 11 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo). Nel documento vanni indicati i nomi della persona, i dati dell'istituto medico che ha effettuato l'esame (nome, indirizzo o altri recapiti), la data in cui è stato effettuato il test e il risultato positivo
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (entro 48 ore dall’arrivo)

In assenza di quanto sopra riportato, è obbligatorio sottostare ad una quarantena di 10 giorni. La stessa può essere interrotta se ci si sottopone ad un tampone (PCR o antigenico) con risultato negativo entro le 24 ore dall’ingresso nel Paese.
*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni

 

Cipro

Per accedere al Paese vige l’obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione, dal giorno della seconda dose o trascorsi 14 giorni dalla prima in caso di vaccino monodose
• Prova di recupero da COVID-19 (tra 14 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
Test PCR negativo (72 ore prima)
• Autorizzati i seguenti vaccini: BioNtech/Pfizer, Vaxzevria/AstraZeneca, Janessen, Moderna, Sinopharm, Sputnik

Si segnala che si può essere sottoposti a tamponi antigenici con casualità.

Senza certificato COVID digitale UE

Vige un sistema di catalogazione “a semafori”, rivisto con cadenza settimanale.
• Se si proviene da un Paese classificato come “verde” non sono previste limitazioni di sorta.
• Se si proviene da un Paese classificato come “arancione” o “rosso”, si entra liberamente solo con la prova del completamento del ciclo vaccinale. In assenza, si deve eseguire un test PCR 72 ore prima dell’arrivo (solo in caso di provenienza da Paese “rosso” deve essere eseguito un secondo test all’arrivo). In attesa della risposta, è necessario osservare la quarantena.
• Se si proviene da un Paese classificato come “grigio” la quarantena deve durare 14 giorni (o 7, previa esecuzione di un test PCR con risultato negativo.

 

Croazia

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:

- Dal giorno della seconda dose, o a partire da 14 giorni dopo la dose singola per il vaccino Johnson & Johnson. Validità: 210 giorni
- Dopo una dose di qualsiasi vaccino accettato, per le persone che si sono riprese da COVID-19 negli ultimi 180 giorni. Validità: 210 giorni.
- Tra 22 e 42 giorni dalla prima dose di vaccino Pfizer, Moderna o Spuntnik
- Tra 22 e 84 giorni dalla prima dose di vaccino AstraZeneca
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Sputnik
-
• Prova di recupero da COVID-19 (tra 11 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (entro 48 ore dall’arrivo)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:

- Dal giorno della seconda dose, o a partire da 14 giorni dopo la dose singola per il vaccino Johnson & Johnson. Validità: 210 giorni
- Dopo una dose di qualsiasi vaccino accettato, per le persone che si sono riprese da COVID-19 negli ultimi 180 giorni. Validità: 210 giorni.
- Tra 22 e 42 giorni dalla prima dose di vaccino Pfizer, Moderna o Spuntnik
- Tra 22 e 84 giorni dalla prima dose di vaccino AstraZeneca
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Sputnik
-
• Prova di recupero da COVID-19 (tra 11 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
Test PCR negativo (72 ore prima) o antigenico (entro 48 ore dall’arrivo)

In mancanza dei requisiti citati, all’arrivo nel Paese si deve eseguire un test (PCR o antigenico) con l’obbligo di isolamento in attesa del risultato.
Se non si esegue il test, è imposta una quarantena di 10 giorni. Se si proviene da una zona “rossa” la quarantena sale a 14 giorni con l’obbligo di un test PCR nelle 48 ore antecedenti l’arrivo.
*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni

 

Danimarca

Vige un sistema di catalogazione “a semafori”, rivisto con cadenza settimanale.

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- Trascorsi 14 giorni e non più di 8 mesi dal completamento del ciclo di vaccinazione eseguito con un vaccino approvato dall’EMA
- Prova di recupero da COVID-19 (tra 14 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
- Test PCR negativo (72 ore prima dell’arrivo)

Senza certificato COVID digitale UE

In ragione della classificazione delle categorie delle zone di provenienza, le norme relative agli ingressi in assenza di certificato COVID digitale UE sono soggette a continue variazioni. Vi suggeriamo, quindi, di tenere monitorata l’evoluzione attraverso questo link.

 

Finlandia

Con certificato COVID digitale UE

Non ancora attivo

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- Trascorsi 14 giorni dal completamento del ciclo di vaccinazione
- Trascorsi 14 giorni dalla prima dose (in tale caso è obbligatorio eseguire un Test PCR tra i 3 e i 5 giorni dopo l’arrivo nel Paese e rimanere nel frattempo isolati)
• Prova di recupero da COVID-19 (fino a 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
Test PCR negativo (72 ore prima dell’arrivo) + ulteriore Test PCR tra i 3 e i 5 giorni dopo l’arrivo nel Paese e rimanere nel frattempo isolati

 

Francia

Per accedere al Paese vige l’obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 4 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson
- a partire da 2 settimane dopo la prima dose, per le persone che si sono riprese dal Covid-19
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson

• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR o antigenico eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 4 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson
• Prova di recupero da COVID-19: a partire da 2 settimane dopo la prima dose, per le persone che si sono riprese da Covid-19
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR o antigenico eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto degli 11 anni

 

Germania

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
1. a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
2. a partire da 4 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson

• Prova di recupero da COVID-19 (tra 28 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
• Un test PCR negativo effettuato entro 72 ore prima dell’Ingresso nel Paese

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
3. a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
4. a partire da 4 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson

• Prova di recupero da COVID-19 (tra 28 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
• Un test PCR negativo effettuato entro 72 ore prima dell’Ingresso nel Paese

*si segnalano ulteriori limitazioni per chi, nei 10 giorni antecedenti l’ingresso ha soggiornato in un’area a rischio, ad alta incidenza o da aree di variante di interesse. L’Italia, attualmente, non fa parte di queste categorie. Ad ogni modo, provenendo da tali aree sono richiesti periodi di quarantena, oltre che tamponi PCR al termine.

 

Grecia

Vige l'obbligo di pre-registrazione elettronica attraverso questo link entro le 23.59 del giorno antecedente l’arrivo nel Paese.

Si segnala, inoltre, che sono previsti dei controlli sanitari a campione, obbligatori. Questi vengono eseguiti con un sistema di campionamento (EVA).

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Novavax, Sinovac, Sputnik, Cansino, Sinopharm

• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)
• Prova di recupero da COVID-19 (valido per 9 mesi dal 20º giorno successivo al primo risultato positivo)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson, Novavax, Sinovac, Sputnik, Cansino, Sinopharm
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)
• Prova di recupero da COVID-19 (valido per 9 mesi dal 20º giorno successivo al primo risultato positivo)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni

 

Irlanda

Vige l’obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere (dal 19 luglio)

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
5. a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
6. a partire da 4 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson

• Prova di recupero da COVID-19 (tra 28 e 180 giorni dalla data del test PCR positivo)
• Un test PCR negativo effettuato entro 72 ore prima dell’Ingresso nel Paese

Senza certificato COVID digitale UE

- Obbligo di compilare un modulo di localizzazione dei passeggeri COVID—19, attraverso questo link
- Obbligo di avere un risultato negativo/non rilevato da un test COVID-19 RT PCR eseguito entro 72 ore prima dell'arrivo in Irlanda.

 

Islanda

Vige l’obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese, uno successivo all’arrivo, mantenere un isolamento di 5 giorni ed eseguire un ultimo test al termine)
• Prova di recupero da COVID-19 (valido per 9 mesi dal 20º giorno successivo al primo risultato positivo)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson
* sono accettati i seguenti vaccini: Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese, uno successivo all’arrivo, mantenere un isolamento di 5 giorni ed eseguire un ultimo test al termine)
• Prova di recupero da COVID-19 (valido per 9 mesi dal 20º giorno successivo al primo risultato positivo)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 16 anni

 

Lettonia

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose singola del vaccino Johnson & Johnson

• Prova di recupero da COVID-19
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose del singolo del vaccino Johnson & Johnson

• Prova di recupero da COVID-19
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni

 

Lituania

Vige un obbligo di pre-registrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose del singolo dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’arrivo). Se si proviene da un Paese “giallo” è necessario eseguire un secondo test tra il 3° ed il 5° giorno dopo l’arrivo. Se si proviene da un Paese “rosso” si è soggetti, comunque, ad un isolamento di 10 giorni, che può essere abbreviato a 7 eseguendo un secondo test PCR.

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose del singolo dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’arrivo). Se si proviene da un Paese “giallo” è necessario eseguire un secondo test tra il 3° ed il 5° giorno dopo l’arrivo. Se si proviene da un Paese “rosso” si è soggetti, comunque, ad un isolamento di 10 giorni, che può essere abbreviato a 7 eseguendo un secondo test PCR.

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 16 anni.

 

Malta

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
1. Certificato ufficiale di vaccinazione maltese valido (di età pari o superiore ai 12 anni)
2. "NHS COVID Pass"– NHS Coronavirus (COVID-19) record di vaccinazione – pieno ciclo di vaccinazione con 14 giorno dopo l'ultima dose
3. "EU Digital COVID Certificate (Certificato di Vaccinazione)" pieno ciclo di vaccinazione con 14 giorno dopo l'ultima dose

• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)
*si segnala che la seguente documentazione non ha rilevanza ai fini dell’ingresso nel Paese:
1. Certificato di recupero COVID digitale UE
2. Certificato di vaccinazione COVID digitale UE che mostra una dose, irrilevante se dopo il recupero o meno.
3. Test antigene rapido negativo o qualsiasi altro test, ad eccezione della PCR – sia sul certificato COVID digitale UE che in altro modo.
4. Certificati di vaccinazione scritti a mano o schede di vaccinazione

Senza certificato COVID digitale UE

È necessario compilare una dichiarazione di viaggio ed il modulo di localizzazione dei passeggeri (PLF). Il sistema di classificazione delle aree di rischio operato da Malta non coincide con quello europeo ed è autonomo.

Provenendo da un Paese catalogato come “Amber” si è soggetti a questi obblighi:
1. Risultato negativo del test Covid-19 PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso
2. Certificato ufficiale di vaccinazione maltese valido
3. "NHS COVID Pass"– NHS Coronavirus (COVID-19) record di vaccinazione – pieno ciclo di vaccinazione con 14 giorno dopo l'ultima dose
4. "EU Digital COVID Certificate (Vaccination Certificate)" pieno ciclo di vaccinazione con 14 giorno dopo l'ultima dose

Provenendo da un Paese classificato come “Red” si è soggetti a questi obblighi:
1. Certificato ufficiale di vaccinazione maltese valido (di età pari o superiore ai 12 anni)
2. "NHS COVID Pass"– NHS Coronavirus (COVID-19) record di vaccinazione – pieno ciclo di vaccinazione con 14 giorno dopo l'ultima dose
3. "EU Digital COVID Certificate (Vaccination Certificate)" pieno ciclo di vaccinazione con 14 giorno dopo l'ultima dose
*si segnala che se non si è in possesso di un certificato di vaccinazione che risponda ai criteri sopra elencati, l’ingresso nel paese è ammesso solo previa autorizzazione delle Autorità maltesi di Sanità Pubblica

*si segnala che la seguente documentazione non ha rilevanza ai fini dell’ingresso nel Paese:
4. Certificato di recupero COVID digitale UE
5. Certificato di vaccinazione COVID digitale UE che mostra una dose, irrilevante se dopo il recupero o meno.
6. Test antigene rapido negativo o qualsiasi altro test, ad eccezione della PCR – sia sul certificato COVID digitale UE che in altro modo.
7. Certificati di vaccinazione scritti a mano o schede di vaccinazione

*vigono regole particolari per quanto riguarda i bambini (sopra i 12 anni vigono le medesime regole degli adulti):
- i bambini sotto i 5 anni non hanno alcun obbligo
- i bambini di età compresa tra 5 e 11 entrano solo se i genitori o il tutore legale sono vaccinati e previa esecuzione di un test PCR 72 ore prima l’ingresso

 

Norvegia

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova della completa vaccinazione
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 6 mesi

Senza certificato COVID digitale UE

Al netto di alcune eccezioni (il cui elenco è reperibile qui), l’ingresso nel Paese non è ammesso.

Per accedere al Paese viene richiesta la seguente procedura:
- Compilazione di un modulo di iscrizione
- Test PCR o antigenico eseguito 24 ore prima dell’ingresso (in norvegese, svedese, danese, inglese, francese o tedesco)
- Quarantena di 10 giorni (che può essere abbreviata eseguendo un test PCR a 7 giorni dall’arrivo)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 16 anni.

 

Paesi Bassi

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)
• Prova di recupero da COVID-19

Senza certificato COVID digitale UE

I Paesi Bassi adottano un proprio sistema di classificazione (Rischio molto alto con varianti di preoccupazione, rischio molto elevato, rischio elevato o sicuro).
A prescindere dalla classificazione è sempre necessario eseguire un test Covid-19 (PCR, RT PCR, LAMP, TMA o mPOCT) nelle 72 ore antecedenti l’ingresso.
Provenendo da una zona a rischio, rischio molto elevato o con varianti di preoccupazione è, anche, necessario sottoporsi ad una quarantena di 10 giorni (che può essere abbreviata eseguendo un test PCR a 5 giorni dall’arrivo).

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 13 anni.

 

Polonia

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 2 settimane dopo la seconda dose del vaccino
- a partire da 2 settimane dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR o test antigenico eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese).

Senza certificato COVID digitale UE

La Polonia adotta un proprio sistema di classificazione. Possono accedere:
- Le persone vaccinate (con vaccino autorizzato EMA)
- Le persone che si sono riprese dalla COVID-19 (negli ultimi 180 giorni)
- Le persone che presentano un test PCR o antigenico negativo eseguito nelle 48 ore antecedenti l’ingresso nel Paese
In assenza di uno di questi requisiti, è prevista la quarantena fino all’ottenimento di un test negativo.

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni.

 

Portogallo

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione
• Prova di recupero da COVID-19
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Senza certificato COVID digitale UE

Il Portogallo adotta un proprio sistema di classificazione. Si può accedere previa esibizione di un test PCR 72 ore prima della partenza o antigenico 48 ore prima della partenza.

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 12 anni.

 

Repubblica Ceca

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 22 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese).

Senza certificato COVID digitale UE

La Repubblica Ceca adotta un proprio sistema di classificazione: basso rischio (verde), medio (arancione), alto rischio (rosso), molto alto (rosso scuro) ed estremo rischio (grigio).

Verde: non sono previste prove o quarantene

Arancione:
• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 22 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Rosso:
• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 22 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)
Autoisolamento fino al risultato negativo di un test PCR effettuato entro 5 giorni dall'arrivo;

Rosso scuro:
• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 22 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido fino a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)
Autoisolamento fino al risultato negativo di un test PCR effettuato entro 5 giorni dall'arrivo;

Grigio:
Da un paese a rischio estremo possono entrare in repubblica Ceca solo i residenti ed i membri accreditati delle missioni diplomatiche. Ogni altro accesso non è concesso.
*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 6 anni.

 

Regno Unito

1) Obbligo di test negativo (3 giorni prima) che soddisfi i criteri britannici, indicati al seguente link
+
2) Obbligo di pre-registrazione elettronica attraverso questo link
+
3) Obbligo di quarantena di 10 giorni (che si può interrompere con test negativo dopo il 5° giorno)
+
4) Obbligo di test negativo tra il 2° giorno e l’8° giorno dall’arrivo prenotato prima dell’ingresso nel Paese attraverso il seguente link

 

Romania

Con certificato COVID digitale UE

Non ancora attivo

Senza certificato COVID digitale UE

La Romania adotta un proprio sistema di classificazione a seconda dell’area di provenienza (verde, gialla, rossa)

Verde: non si è soggetti ad alcun controllo e non è prevista nessuna quarantena

Giallo: risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese) o completamento del ciclo vaccinale da 10 giorni, sennò quarantena di 14 giorni (interrotto se dopo 8 si produce un ulteriore test PCR negativo)

Rosso: completamento del ciclo vaccinale da 10 giorni, sennò quarantena obbligatoria (interrotta se dopo 8 si produce un ulteriore test PCR negativo)

 

Slovacchia

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link

In linea generale, viene imposta la quarantena di 14 giorni che, tuttavia, può essere interrotta dopo il 5° giorno in caso di presentazione di un test PCR negativo.

La quarantena non è obbligatoria in caso di certificato Covid digitale EU che contenga:
• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 22 giorni dopo la prima dose o 21 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
*si segnala che coloro che provengono IN AEREO dall’Italia, anche se vaccinati, sono obbligati a:
- compilare un modulo, attraverso il seguente link
- effettuare un test PCR nelle 72 ore antecedenti l’arrivo

 

Slovenia

La Slovenia adotta un sistema di classificazione “a semaforo”: verde, arancione, rosso e rosso scuro

Area verde: è necessario un attestato (ex. Doc. di viaggio) che dimostri che, nei 5 giorni precedenti si è soggiornato in un’area verde;

Area arancione:
- Test PCR negativo
- Certificato di guarigione da Covid-19
- Vaccinazione completa (7 giorni dopo 2° dose di Pfizer, 14 dopo 2° dose di Moderna, 21 giorni dopo 1° dose di AstraZeneca, 14 giorni dopo 2 dose di Sputnik, 14 giorni dopo 2° dose di Sinovac e Sinopharm)
In assenza: quarantena

Area rossa o rosso scura:
- Certificato di guarigione da Covid-19
- Vaccinazione completa
- Test PCR e quarantena di 10 giorni

 

Spagna

Vige un obbligo di preregistrazione elettronica attraverso questo link.

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 14 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose (accettati: Pfizer/BioNTech, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson (Janessen), Sinovac e Sinopharm)
• Prova di recupero da COVID-19 valido da 11 a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Senza certificato COVID digitale UE

Con cadenza quindicinale, il Ministero della Sanità Spagnolo pubblica un elenco di Paesi a rischio.
Chi proviene da un Paese non presente nell’elenco, non ha alcun obbligo di prova o quarantena.

Se si proviene, invece, da un Paese presente nell’elenco, si è soggetti ai seguenti requisiti:

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 14 giorni dopo il completamento del ciclo vaccinale
• Prova di recupero da COVID-19 valido da 11 a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

*si segnala che tutti i certificati devono essere redatti in lingua spagnola, inglese, francese o tedesca. Altrimenti, serve una traduzione di un’autorità.

 

Svezia

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 14 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido da 11 a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione secondo i seguenti criteri:
- a partire da 14 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose
• Prova di recupero da COVID-19 valido da 11 a 180 giorni dalla data del test positivi
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese)

*si segnala che i certificati devono contenere le seguenti informazioni:
• nome della persona che è stata sottoposta a test
• data/ora della prova
• tipo di prova
• il risultato del test
• Emittente del certificato
• In lingua svedese, inglese, norvegese, danese o francese

 

Svizzera

Con certificato COVID digitale UE

Non ancora attivo

Senza certificato COVID digitale UE

L’accesso in Svizzera è subordinato alle seguenti condizioni:

- Prova dell’avvenuta e completata vaccinazione
- Prova di recupero da COVID-19
- Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 6 anni.

 

Ungheria

Con certificato COVID digitale UE che deve contenere

• Prova dell’avvenuta vaccinazione (almeno la prima dose)
• Prova di recupero da COVID-19
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

Senza certificato COVID digitale UE

• Prova dell’avvenuta vaccinazione (almeno la prima dose)
• Prova di recupero da COVID-19
• Risultato negativo a un test COVID-19 (test PCR eseguito 72 ore prima dell’ingresso nel Paese o test antigenico eseguito 48 ore prima dell’ingresso nel Paese)

*Le disposizioni di cui al presente paragrafo non sono richieste per i bambini al di sotto dei 6 anni.

Per il rientro in Italia

I Paesi elencati nel presente documento sono tutti riconducibili all’ELENCO C e, di conseguenza, vengono applicate le medesime misure:

• presentare la Certificazione verde COVID-19 da cui risulti una delle condizioni:
1. a partire da 14 giorni dopo la prima dose o 14 giorni dopo la dose singola dei vaccini monodose (accettati: Pfizer/BioNTech, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson (Janssen)
2. esser guariti da COVID-19 fino a 180 giorni dalla data del test positivo
3. essersi sottoposti a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone prima della partenza.
• compilare il Passenger Locator Form prima dell’ingresso in Italia.

*si segnalano particolari eccezioni per chi rientra dal Regno Unito e Irlanda del Nord:

A tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti all’ingresso in Italia nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro) è fatto obbligo di:
• sottoporsi a test molecolare o antigenico nelle 48 ore antecedenti all’ingresso in Italia
• sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e a un periodo di cinque giorni di isolamento fiduciario presso l'abitazione o la dimora indicata nella dPLF (EU Digital Passenger Locator Form)
• effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei cinque giorni di isolamento fiduciario.

 

Potrebbero interessarti anche...

ARAG SE Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Viale del Commercio, 59 , 37135 Verona P.I. 04167600230 - C.F. e n. R.I. Verona 93238290238 - REA n. VR - 394658. Iscritta in data 20/08/2012 all'Albo Imprese di Assicurazione IVASS, Elenco I, n. I.00108 (Imprese comunitarie autorizzate ad operare in regime di stabilimento). Rappresentante Generale e Direttore Generale per l'Italia: Andrea Andreta. Tel.: 045 8290411 - Fax: 045 8290449 - e-mail: arag@arag.it - pec: arag@pec.arag.it web: www.arag.it

ARAG SE - Societas Europaea - sede legale D - 40472 Düsseldorf (Germania), ARAG Platz 1 Capitale sociale Euro 100.000.000. Iscritta nel Registro del Tribunale di Düsseldorf al n. HRB 66846 - Soggetta al controllo della Autorità di vigilanza tedesca Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin: www.bafin.de). Presidente del Consiglio di Sorveglianza: Dr. Paul-Otto Faßbender. Consiglio di Gestione: Dr. Renko Dirksen (Speaker of the management Board), Dr. Matthias Maslaton, Wolfgang Mathmann, Hanno Petersen, Dr. Joerg Schwarze, Dr. Werenfried Wendler.