La tecnologia come opportunità per innovare

31/05/2015 - di Francesco Ghizzi

L'intermediazione assicurativa al passo con i tempi: ovvero, come rivedere la propria attività alla luce dei nuovi paradigmi tecnologici. Quante volte ci è capitato di partecipare a convegni, o semplicemente sfiorarne degli inviti, in cui il tema dell'evoluzione tecnologica fosse identificato quale importante fattore di successo per la nostra attività quotidiana. E quante volte abbiamo tralasciato un approfondimento, o una discussione critica su questi aspetti, convinti che l'ennesima evoluzione "tecnologico-informatica" non ci avrebbe minimamente sfiorato? In fondo, siamo passati dalla carta all'e-mail, dalla telefonata al sms senza quasi colpo ferire; cos'altro potrà accadere?

La risposta sta in un esempio. Provate a mandare una e-mail ad un vostro assicurato e verificate quali siano i tempi di attesa per un riscontro. Risultato: un paio di giorni, quando va bene. Provate ora a fare una medesima operazione con un altro assicurato ma utilizzando un applicativo di messaggistica mobile, e verificate quali siano i tempi di attesa per lo stesso riscontro. Risultato: risposta quasi immediata (o in real time – come si addice al "parlato tecnologico").

Il mondo è cambiato, che ci piaccia o meno. Sono cambiati i nostri comportamenti perché sono cambiate le nostre esigenze: necessitiamo di informazioni sempre più immediate, fruibili, veloci, comode e disponibili. Pensate che persino i lettori più assidui di libri, quelli che assaporano il gusto del tatto per le pagine stampate, non riescono a fare a meno di un e-reader, o lettore di libri in formato elettronico, perché è pratico, comodo e veloce. Ci vogliono solo pochi secondi per acquistare un nuovo libro e, se non piace, altrettanti per cancellarlo.

Il consumatore medio, nella nuova configurazione del processo di spesa, ha a disposizione sempre meno tempo da dedicare all'acquisto, a partire dalla raccolta delle informazioni che lo catturano e lo trasformano in un acquirente. E tutto questo indipendentemente dal fatto che stia acquistando un bene tangibile o un servizio. Come fare quindi per stare al passo con i tempi e riuscire a continuare a competere? Come fare per essere pronti a confrontarsi con i player, dai nomi altisonanti, che si dice entreranno nel nostro settore, forti di capacità tecnologiche quasi illimitate? Il primo passo è sfruttare quanto già a disposizione: un sito internet, ad esempio, può in modo relativamente agevole trasformarsi da una semplice vetrina espositiva ad una vera e propria vetrina per acquisti. Senza entrare in dettagli di natura tecnica, è bene sapere che la maggior parte delle applicazioni software può essere fatta dialogare con altre applicazioni con protocolli di comunicazione semplici ed in real time (la stessa risposta quasi immediata di cui si parlava prima). Così, un sito web che consenta di censire in una pagina specifica poche informazioni di un possibile cliente, quali a titolo di esempio anagrafica e targa del mezzo da assicurare, dotato di un protocollo per la gestione di un pagamento tramite carta di credito, può generare un flusso di dati che messo in comunicazione con il sistema informatico di compagnia genera istantaneamente una polizza. La logica sottostante, nonché la relativa operatività, è la medesima con cui funzionano le principali aziende di commercio elettronico mondiali, che di sicuro avrete già "utilizzato": raccolta di dati anagrafici e delle credenziali per regolare le transazioni economiche, richiesta dell'ordine, emissione dell'ordine, consegna del bene. Le stesse aziende che potrebbero giocare, in un futuro non tanto remoto e forti di straordinarie capacità tecnologiche, un ruolo rilevante quali player della distribuzione assicurativa.

In sostanza, e per essere pratici, si tratta di sfruttare le logiche del web peraltro consolidate per creare un nuovo canale distributivo e di comunicazione con cui interagire con i propri clienti, futuri o in essere, e creare nuove modalità di relazione. Partendo da quanto già si ha a disposizione, il sito web ad esempio, ARAG è in grado di fornire supporto tecnico nella definizione di tracciati e flussi di dati che consentano di gestire un processo emissivo on-line. Attraverso la costruzione di semplici form di raccolta dati, nel pieno rispetto degli aspetti di compliance e trasparenza nei confronti del cliente, ed iniziative di comunicazione mirate - magari proprio mediante applicativi di messaggistica mobile - sarà possibile  raggiungere nuovi bacini di clientela con lÂ’offerta di specifiche soluzioni assicurative. Il tutto riducendo nel contempo i costi amministrativi per la gestione dei contratti. Si tratta di una interessante opportunità per innovare, o meglio, per stare al passo con i tempi: l'innovazione implica una scoperta, la tecnologia è realtà.


Leggi tutte le news