Vai al contenuto Vai alla ricerca Vai al contatti Vai alla mappa del sito

01/02/2021


A volte è questione di un attimo: stai tornando a casa dal lavoro, il semaforo è rosso, si forma una coda, una macchina che arriva da dietro non frena….

In caso di incidente mantenere la calma è fondamentale come è molto importante mettere subito in sicurezza sé stessi e le altre persone coinvolte. Ma poi come mi devo comportare per far valere i miei diritti?

 

Per avere un quadro generale leggi le risposte a queste 10 domande

ARAG Tutela Legale Circolazione

Non rinunciare a difendere i tuoi diritti.
In caso di incidenti o imprevisti in strada affidati ad ARAG.

 

1. - Devo denunciare il sinistro in modo tempestivo?

Sia che tu abbia torto sia che tu abbia ragione devi fare la denuncia dell’incidente entro tre giorni, inviando una raccomandata o un messaggio via PEC (posta elettronica certificata).

Alcune compagnie assicurative rendono disponibile il servizio di denuncia sinistro tramite web o tramite un call center in cui gli operatori forniscono al telefono tutte le informazioni necessarie.

Se preferisci, puoi contattare l’intermediario dove hai sottoscritto la polizza e affidarti a lui. Ti aiuterà nella predisposizione della denuncia.

2. - A chi devo mandare la denuncia?

Se sono coinvolti solo due veicoli devi inviare la denuncia alla tua compagnia assicurativa (seguendo la cosiddetta procedura di risarcimento diretto, art. 149 del decreto Legislativo 9 settembre 2005, n. 209 - codice delle assicurazioni private).

Se sono rimasti coinvolti più di due veicoli dovrai mandare la denuncia alla compagnia del veicolo responsabile dell’incidente (è la cosiddetta procedura di risarcimento ordinaria, art. 148 del codice delle assicurazioni private; questa procedura si applica anche in caso di sinistro dal quale siano derivate lesioni al conducente superiori a 9 punti di invalidità oppure di sinistro che coinvolge veicoli immatricolati all’estero).

Nel caso in cui tu decidessi di contattare l'intermediario presso il quale hai sottoscritto la polizza, penserà lui ad inoltrare la denuncia.

3. - Come devo compilare il modulo di constatazione amichevole?

Non avere fretta di lasciare il luogo dell’incidente. Compila il modulo CID di constatazione amichevole di incidente indicando tutti i dati richiesti (per esempio data, ora e luogo dell’incidente, il codice fiscale e i dati del proprietario del veicolo, il numero di targa e il nome della compagnia di assicurazione come indicato sul certificato di assicurazione, il codice fiscale e i dati del conducente, ecc..).

E’ molto importante indicare sempre il punto di primo impatto e disegnare la posizione dei mezzi al momento dell’impatto.

Se inserisci nel disegno anche la segnaletica (righe di mezzeria, stop, ecc…) aiuterai il liquidatore della compagnia a ricostruire in modo corretto la dinamica di quanto accaduto.

Se ha dei dubbi nella compilazione chiama la tua compagnia o la tua agenzia di riferimento.
Quando la denuncia la scrivi direttamente tu, senza usare il modulo, devi comunque essere preciso e fare attenzione a riferire tutti gli elementi sopra indicati.

4. - La doppia firma nel modulo di constatazione amichevole: cosa comporta?

Il modulo firmato da entrambi i conducenti coinvolti previene eventuali contestazioni e abbrevia il tempo entro cui potrai ottenere il risarcimento. Dunque, doppia firma significa che vi è accordo sulla dinamica del sinistro.

In caso di disaccordo puoi comunque compilare il modulo, singolarmente, per fornire la tua versione della dinamica dell’incidente e poi mandarlo alla compagnia assicurativa.

5. - Quando devo indicare i testimoni?

Devi indicare il nome di eventuali testimoni, presenti sul luogo dell’incidente, nel modulo di constatazione amichevole o comunque nel primo atto formale che mandi all’impresa di assicurazione.

Alcune compagnie, nel loro sito web, mettono a disposizione dei clienti il modulo per la raccolta delle testimonianze.

6. - Devo sempre chiamare le forze dell’ordine?

E’ necessario far intervenire i vigili, i carabinieri o la polizza stradale se sorgono discussioni circa le modalità di accadimento dell’incidente e/o in caso di feriti.

7 - Cosa significa “provare la dinamica del sinistro”?

Per stabilire con esattezza come e in quale misura i conducenti hanno contribuito a provocare l’incidente, il liquidatore della compagnia si basa sulle loro dichiarazioni e sulle prove che vengono prodotte.

Oltre alle foto scattate è necessario inviare le dichiarazioni testimoniali e fornire il verbale delle forze dell’ordine, se intervenute.

8 - Come mi devo comportare in caso di incidente con un veicolo non assicurato?

Devi essere molto scrupoloso nel raccogliere sia i dati del conducente che quelli del veicolo.
Inoltre, chiama subito la pubblica autorità (carabinieri, polizia municipale, ecc.) che potrà documentare nel verbale la mancanza di copertura assicurativa.

In questo caso la denuncia per ottenere i danni va fatta al Fondo di garanzia per le vittime della strada.
https://www.consap.it/servizi-assicurativi/fondo-di-garanzia-per-le-vittime-della-strada

9 - Se l'altro veicolo è immatricolato all’estero cosa devo fare?

In questo caso la richiesta di risarcimento danni la devi inviare all’ufficio centrale italiano UCI:
UCI:https://ucimi.it/it_IT/sinistri/incidenti-in-italia-con-veicoli-esteri/

10 - Se insieme a me nel veicolo c’erano dei passeggeri chi li risarcisce?

Provvede la compagnia che assicura il tuo veicolo.
Le lesioni dei passeggeri vengono sempre risarcite dalla assicurazione del veicolo sul quale essi erano trasportati.

 

Ti sono stati utili questi suggerimenti?

 

Se sei già nostro cliente e hai ancora dei dubbi, contattaci e ti assisteremo in ogni passo.

Se non sei nostro cliente, per saperne di più su come difendere i tuoi diritti, e quelli dei tuoi famigliari, quando siete alla guida, visita la paginaLa Tutela Legale per la circolazione stradale.

Potrebbero interessarti anche...

ARAG SE Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Viale del Commercio, 59 , 37135 Verona P.I. 04167600230 - C.F. e n. R.I. Verona 93238290238 - REA n. VR - 394658. Iscritta in data 20/08/2012 all'Albo Imprese di Assicurazione IVASS, Elenco I, n. I.00108 (Imprese comunitarie autorizzate ad operare in regime di stabilimento). Rappresentante Generale e Direttore Generale per l'Italia: Andrea Andreta. Tel.: 045 8290411 - Fax: 045 8290449 - e-mail: arag@arag.it - pec: arag@pec.arag.it web: www.arag.it

ARAG SE - Societas Europaea - sede legale D - 40472 Düsseldorf (Germania), ARAG Platz 1 Capitale sociale Euro 100.000.000. Iscritta nel Registro del Tribunale di Düsseldorf al n. HRB 66846 - Soggetta al controllo della Autorità di vigilanza tedesca Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin: www.bafin.de). Presidente del Consiglio di Sorveglianza: Dr. Paul-Otto Faßbender. Consiglio di Gestione: Dr. Renko Dirksen (Speaker of the management Board), Dr. Matthias Maslaton, Wolfgang Mathmann, Hanno Petersen, Dr. Joerg Schwarze, Dr. Werenfried Wendler.