Vai al contenuto Vai alla ricerca Vai al contatti Vai alla mappa del sito

17/07/2018


È finalmente arrivato il tempo delle vacanze per gli italiani, molti dei quali – quando si mettono alla guida della propria auto per raggiungere la tanto agognata meta – non riescono a lasciare tante cose a casa. Ed è così che, lungo le trafficate autostrade della penisola, è facile incontrare macchine completamente cariche sia dentro che sopra.

Prima di fare le valigie e partire è quindi opportuno ricordare che il Codice della Strada detta delle prescrizioni ben precise al riguardo, che dovrebbero aggiungersi alle regole di sicurezza dettate dal buon senso.

ARAG Tutela Legale Circolazione

Non rinunciare a difendere i tuoi diritti. In caso di incidenti o imprevisti in strada affidati ad ARAG.

Cosa prevede il Codice della Strada?

L’articolo 164 del Codice della Strada stabilisce che il carico deve essere sistemato in modo da evitare la sua caduta o dispersione ed inoltre che è fondamentale posizionarlo in maniera tale da:

  • - non diminuire la visibilità al conducente né impedirgli la libertà dei movimenti nella guida

  • - non compromettere la stabilità del veicolo

  • - non mascherare i dispositivi di illuminazione e di segnalazione visiva, né le targhe di riconoscimento.

Le misure da rispettare:

L’articolo 164 scende nel dettaglio, prescrivendo che il carico non deve superare i 2,55 metri di lunghezza, i 4 metri di altezza e i 12 metri di lunghezza totale compresi gli organi di traino, e che non può sporgere longitudinalmente dalla parte anteriore del veicolo. Può sporgere invece dalla parte posteriore, ma solo se costituito "da cose indivisibili e fino ai 3/10 della lunghezza del veicolo, sempre nel rispetto dei limiti di cui all'articolo 61 (limiti di sagoma).

La disposizione sancisce poi che "pali, sbarre, lastre o carichi simili difficilmente percepibili, collocati orizzontalmente, non possono comunque sporgere lateralmente oltre la sagoma propria del veicolo". Fermi restando i limiti di sagoma di cui all'art. 61, possono essere trasportate cose che sporgono lateralmente fuori dalla sagoma del veicolo in modo da non superare i 30 cm di distanza dalle luci di posizione anteriori e posteriori.
Gli accessori mobili non devono, inoltre, sporgere nelle oscillazioni al di fuori della sagoma e non devono strisciare sul terreno (divieto questo generale, anche se si tratta di cose in parte sostenute da ruote).

In ogni caso, bisogna adottare tutte le cautele che si rendano necessarie per evitare pericoli per gli altri e che la sporgenza longitudinale deve essere sempre segnalata utilizzando, ad esempio, uno o due pannelli quadrangolari speciali, conformi ai modelli approvati e retroriflettenti, da porre sull'estremità della sporgenza.

Cosa rischiano i trasgressori?

L'art. 164 del C.d.S. non si limita ad enunciare le prescrizioni cui attenersi...

...ma stabilisce anche che chiunque venga colto sul fatto debba pagare una sanzione amministrativa pecuniaria che può andare da un minimo di euro 85,00 ad un massimo di euro 338,00.
A ciò si aggiunga che il veicolo fermato non potrà proseguire il viaggio fino al momento in cui il conducente non abbia provveduto a sistemare il carico correttamente.

 

Un consiglio: quando fate le valigie per le vacanze, prendete la metà dei vestiti e il doppio dei soldi.
(Cit.: Arthur Bloch, Principio di Stitzer sulle vacanze, La legge di Murphy)

Per saperne di più su come difendere i tuoi diritti e per trovare l’offerta giusta per te, visita questa pagina.

Potrebbero interessarti anche...

ARAG SE Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Viale del Commercio, 59 , 37135 Verona P.I. 04167600230 - C.F. e n. R.I. Verona 93238290238 - REA n. VR - 394658. Iscritta in data 20/08/2012 all'Albo Imprese di Assicurazione, Elenco I, n. I.00108 (Imprese comunitarie autorizzate ad operare in regime di stabilimento). Rappresentante Generale e Direttore Generale per l'Italia: Andrea Andreta. Tel.: 045 8290411 - Fax: 045 8290449 - e-mail: arag@arag.it - pec: arag@pec.arag.it web: www.arag.it

ARAG SE - Societas Europaea - sede legale D - 40472 Düsseldorf (Germania), ARAG Platz 1 Capitale sociale Euro 100.000.000. Iscritta nel Registro del Tribunale di Düsseldorf al n. HRB 66846 - Soggetta al controllo della Autorità di vigilanza tedesca Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin). Presidente del Consiglio di Sorveglianza: Gerd Peskes. Consiglio di Gestione: Dr. Paul-Otto Faßbender (Pres.), Dr. Renko Dirksen, Dr. Matthias Maslaton, Werner Nicoll, Hanno Petersen, Dr. Joerg Schwarze.