Vai al contenuto Vai alla ricerca Vai al contatti

16/10/2017

Una botta violenta e improvvisa! E quello che potrebbe essere un banale incidente si rivela invece una specie di incubo perché l’altro è scappato!
Fare un incidente con un pirata della strada è uno dei maggiori timori degli automobilisti.



Cosa dobbiamo fare dopo un episodio così drammatico, in particolare se oltre ai danni materiali ci sono lesioni alle persone?
Innanzitutto mettere il più possibile in sicurezza se stessi e il veicolo. Poi chiamare subito le forze dell’ordine e, se necessario, i soccorsi. Se siamo in grado di ricordare il numero di targa del pirata abbiamo almeno la possibilità di chiedere il risarcimento come in qualsiasi altro incidente, facendo denuncia al nostro stesso assicuratore. Più complicato è il caso in cui non abbiamo la targa del responsabile. Dovremo infatti denunciare il sinistro al Fondo di garanzia per le vittime della strada. Il Fondo, finanziato dalle stesse compagnie assicurative di RC Auto, paga i danni provocati da conducenti di veicoli non identificati o non assicurati. Attenzione però! Se abbiamo avuto la possibilità di identificare il veicolo pirata perché, per esempio, si è fermato anche per poco tempo e poi è fuggito, non avremo il diritto al risarcimento dal Fondo. Quindi è molto importante segnarsi subito la targa o fare una foto con il cellulare per evitare amare sorprese se improvvisamente il conducente decide di andarsene.

Spesso il timore di severe conseguenze penali porta alcune persone ad aggravare ancor di più la loro posizione, scegliendo una, quasi sempre inutile, fuga. Per avere il risarcimento è comunque necessario avviare una procedura per la quale l’assistenza di un avvocato è fondamentale. Gli avvocati però costano e non è sempre facile sapere a chi rivolgersi! Ecco perché chi ha una polizza di Tutela Legale può viaggiare più tranquillo! ARAG Circolazione Protetta è la polizza che copre le spese di legali e periti per le richieste di risarcimento di tutti i danni subiti, anche quelli che sono la conseguenza di un incidente con un pirata della strada. Ma è utile anche in molte altre situazioni soprattutto da quando è entrata in vigore la legge sull’omicidio stradale: sarà la vostra àncora di salvataggio se, magari per una banale disattenzione, avete violato norme del codice della strada provocando un’incidente con feriti. La polizza costa poche decine di euro ma in cambio avrete la sicurezza di potervi rivolgere, senza preoccuparvi delle spese, ad esperti del settore, affidandovi ad un avvocato penalista e ad un perito qualificato per fare luce su come sono avvenuti i fatti.

Rubrica a cura di ARAG pubblicata sul mensile Automobilismo, numero di ottobre 2017

ARAG SE Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Viale del Commercio, 59 , 37135 Verona P.I. 04167600230 - C.F. e n. R.I. Verona 93238290238 - REA n. VR - 394658. Iscritta in data 20/08/2012 all'Albo Imprese di Assicurazione, Elenco I, n. I.00108 (Imprese comunitarie autorizzate ad operare in regime di stabilimento). Rappresentante Generale e Direttore Generale per l'Italia: Andrea Andreta. Tel.: 045 8290411 - Fax: 045 8290449 - e-mail: arag@arag.it - pec: arag@pec.arag.it web: www.arag.it

ARAG SE - Societas Europaea - sede legale D - 40472 Düsseldorf (Germania), ARAG Platz 1 Capitale sociale Euro 100.000.000. Iscritta nel Registro del Tribunale di Düsseldorf al n. HRB 66846 - Soggetta al controllo della Autorità di vigilanza tedesca Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin). Presidente del Consiglio di Sorveglianza: Gerd Peskes. Consiglio di Gestione: Dr. Paul-Otto Faßbender (Pres.), Dr. Renko Dirksen, Dr. Matthias Maslaton, Werner Nicoll, Hanno Petersen, Dr. Joerg Schwarze.