Vai al contenuto Vai alla ricerca Vai al contatti Vai alla mappa del sito

06/07/2021

 

Con i monopattini elettrici è molto facile muoversi nelle città.
Il loro uso è inoltre positivo per limitare le emissioni nocive per l'ambiente.

Anche con i monopattini, tuttavia, ci si espone ai pericoli del traffico.

Pare un'affermazione scontata ma non lo è: lo testimonia l'alto numero di incidenti, purtroppo anche mortali, che sono avvenuti nel primo semestre 2021.

Il rischio di farsi male non è solo per chi usa il monopattino ma anche per chi viene travolto da persone incaute che non conoscono le norme relative a questo mezzo a due ruote.

ARAG Tutela Legale Circolazione

Non rinunciare a difendere i tuoi diritti.
In caso di incidenti o imprevisti in strada affidati ad ARAG.

 

L'evoluzione della normativa

 

- Nel 2019 i monopattini elettrici sono stati equiparati alle biciclette
- Nel 2020 sono entrate in vigore le nuove regole sulla circolazione dei monopattini elettrici

 

I monopattini elettrici sono disciplinati dal Decreto Ministeriale 04 giugno 2019 che prevede la loro sperimentazione sulle strade fino a luglio 2022

Le regole per circolare

 
  • Patente: non è necessaria

  • Età del conducente: almeno 14 anni

  • Protezione: casco protettivo obbligatorio fino ai 18 anni

  • Quali strade: è possibile circolare sulle strade urbane con limite di velocità pari a 50 km/h; sulle strade extraurbane si può circolare solo all'interno delle piste ciclabili

  • Velocità massima dei monopattini: 6 km/h nelle aree pedonali, 25 km/h in altre aree

  • Cosa non si può trasportare: altre persone, cose e animali

  • Assicurazione: per ora non obbligatoria

  • Luci: i monopattini sprovvisti o mancanti di luce anteriore bianca o gialla fissa e posteriormente di catadiottri rossi e di luce rossa fissa, non possono essere usati da mezz'ora dopo il tramonto, durante l' oscurita' e di giorno, se le condizioni atmosferiche richiedono l'illuminazione

  • Visibilità: dopo il tramonto del sole e mezz'ora prima del suo sorgere i conducenti di un monopattino elettrico, su strade ove è previsto un limite di velocità massimo di 30 km/h o su pista ciclabile, hanno l'obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti

Dove non è possibile circolare? sui marciapiedi, sotto i portici e negli spazi riservati esclusivamente ai pedoni

Comportamento alla guida

  • I conduttori devono avere libero l’uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano

  • Il monopattino deve essere condotto a mano quando, per le condizioni della circolazione, sia di intralcio o di pericolo per i pedoni

Nuove norme in arrivo

Il Mims (Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili), i rappresentanti dell'ANCI (Associazione nazionale comuni italiani) e le aziende di noleggio dei monopattini hanno avviato un tavolo comune per discutere su una nuova regolamentazione dei monopattini elettrici.

Due sono gli obiettivi principali: la sicurezza sulle strade e la tutela del decoro urbano (infatti il fenomeno della sosta selvaggia dei monopattini è sempre più diffuso).

 

Tra i temi prioritari da affrontare e chiarire ci sono: l’età minima per condurre i monopattini; i numeri identificativi dei mezzi; la copertura assicurativa obbligatoria; la necessità di indossare il casco per tutti i conducenti.

Cosa ti può offrire ARAG?

La polizza di Tutela Legale ARAG copre le spese dell’avvocato e del perito e dà un supporto legale qualificato anche in caso di richiesta di risarcimento per sinistro stradale.

Il nostro obiettivo è fare in modo che i clienti ARAG sappiano sempre cosa fare e a chi rivolgersi, anche solo se hanno un dubbio o una curiosità.

Per saperne di più visita la pagina La Tutela legale per la circolazione stradale.

Potrebbero interessarti anche...

ARAG SE Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Viale del Commercio, 59 , 37135 Verona P.I. 04167600230 - C.F. e n. R.I. Verona 93238290238 - REA n. VR - 394658. Iscritta in data 20/08/2012 all'Albo Imprese di Assicurazione IVASS, Elenco I, n. I.00108 (Imprese comunitarie autorizzate ad operare in regime di stabilimento). Rappresentante Generale e Direttore Generale per l'Italia: Andrea Andreta. Tel.: 045 8290411 - Fax: 045 8290449 - e-mail: arag@arag.it - pec: arag@pec.arag.it web: www.arag.it

ARAG SE - Societas Europaea - sede legale D - 40472 Düsseldorf (Germania), ARAG Platz 1 Capitale sociale Euro 100.000.000. Iscritta nel Registro del Tribunale di Düsseldorf al n. HRB 66846 - Soggetta al controllo della Autorità di vigilanza tedesca Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFin: www.bafin.de). Presidente del Consiglio di Sorveglianza: Dr. Paul-Otto Faßbender. Consiglio di Gestione: Dr. Renko Dirksen (Speaker of the management Board), Dr. Matthias Maslaton, Wolfgang Mathmann, Hanno Petersen, Dr. Joerg Schwarze, Dr. Werenfried Wendler.